Campionato di A2: un punto in meno dello scorso anno, ma stiamo veramente giocando peggio?

Vogliamo fare, come già fatto lo scorso anno, un bilancio al termine del girone di andata del Campionato di A2. Un bilancio che non si basa solamente sul conteggio dei punti ottenuti da ciascun giocatore, dalle vittorie conquistate da ciascuno di loro. Grazie alle pagelle che in tempo reale compila il nostro CT durante gli incontri possiamo sapere quanto è il rendimento in bocciata, quello a punto, quanto bene giochiamo in casa o in trasferta. Quest’anno vogliamo fare di più: mettere a confronto i numeri di questa prima metà di stagione con quella del 2018/19. Quale sarà il risultato? Non vi resta che leggere questo articolo!

Cominciamo riportando ciò che è già stato pubblicato nelle settimane precedenti, ossia le medie di ogni incontro:

Ora ecco il riassunto con le statistiche degli incontri messe a confronto e con i numeri migliori evidenziati in verde.

Quale è l’incontro nel quale abbiamo giocato meglio a punto? Nella sconfitta contro la Marenese con una percentuale di bocce utili del 76,4% e una media voti del 6,11 (ricordo che i voti messi dal CT variano dal 4 all’8). L’incontro nel quale siamo stati più precisi a tiro è stato quello perso con il Dolada. Mettendo insieme punto e tiro concludiamo che l’incontro “giocato meglio” è stato quello contro la Marenese. Chiaramente questa è un’analisi parziale in quanto non teniamo conto delle prove alternative (prove veloci e tiri tecnici), ma soltanto delle prove tradizionali.

Raggruppando gli incontri giocati in casa e quelli in trasferta vediamo come la media realizzativa a punto risulta curiosamente migliore fuori casa (71% contro 69%), così come la media voti, mentre in bocciata risultiamo più performanti tra le mura amiche (64,4% contro 61,4%).

Dopo aver indagato sul rendimento della squadra nel suo complesso andiamo a vedere come si stanno comportando i singoli giocatori.

Nella tabella riportata in fondo all’articolo abbiamo nella metà di sinistra le medie del girone di andata 2019/20, nella metà di destra quelle del girone di andata 2018/19. Concentrandoci inizialmente sulle cifre di quest’anno vediamo come i puntisti dalla mano fatata siano, fino a questo momento, due: Pierino prevale sugli altri nella percentuale di bocce utili (76,1%), mentre Simone Z. risulta avere la media voti più alta (6,18). Il bomber della bocciata è Marco con una percentuale di riuscita del 67,4% (89 su 132).

Come potete osservare alcuni numeri sono colorati di verde, mentre altri sono rossi. Da cosa dipende? Dipende dal confronto con le medie dello scorso anno: in rosso chi si è peggiorato, in verde chi si è migliorato. A punto sono cresciuti di livello Giuliano, Marco, Pierino e Simone Z., mentre sono peggiorati Fabio, Fausto e soprattutto Nicola. In bocciata, invece, hanno fatto meglio Simone E., Pierino e Fabio, mentre hanno un rendimento un po’ più basso Giuliano, Marco, Nicola e Simone Z. (troppi pochi tiri tentati da Gigi e Fausto per poter fare un paragone). Pierino, quindi, è l’unico che sta giocando meglio in entrambi i fondamentali rispetto alla stagione scorsa. Nicola, invece, è l’unico che al momento risulta essere peggiorato sia a punto che a tiro.

Complessivamente i numeri dicono che sia a punto che a tiro abbiamo una percentuale di riuscita leggermente migliore (ultima riga della tabella). Insomma, in classifica un punto in meno della stagione passata (12 contro 13), ma un rendimento in campo molto simile.

Concludiamo questo articolo con un breve focus sulle 4 specialità alternative: combinato, staffetta, tiro progressivo e tiro di precisione. Nel PTA al momento abbiamo una media di 20,1 contro i 20,6 della scorsa stagione, in staffetta le bocce colpite mediamente sono di 45,0, mentre nel 2018/19 la media era di 44,7, nel tiro progressivo abbiamo avuto un miglioramento importante con 37,0 bocce colpite rispetto alle 34,3 della stagione scorsa, mentre nel tiro tecnico siamo molto meno precisi con 12,1 punti di media contro i 15,3 di un anno fa.

Sintetizzando: quest’anno meglio nelle prove veloci, peggio nel combinato e nel tiro tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *