15° Memorial Marino Varutti…che successo!

Il 18 e 19 agosto è andata in scena in quel di Fagagna la nostra gara nazionale. 96 formazioni (48 nel girone “alto” e altrettante nel girone “basso”), per un totale di 192 atleti, si sono dati battaglia per la conquista del 15° Memorial Marino Varutti.

Una manifestazione oseremmo dire quasi “sperimentale”: due gironi (uno illimitato di categoria e l’altro C/C o inferiori) con sorteggio indiscriminato ai quarti di finale, ma soprattutto la grossa novità dei gironi a poule, anziché l’eliminazione a diretta. Un esperimento rischioso perché praticamente nessuna società aveva mai provato ad organizzare una gara “libera” (non chiusa a un numero preciso di formazioni) a poule. A che ora li facciamo cominciare a giocare? Quante partite il sabato mattina? La domenica devono arrivare in 16 o 8 coppie? Insomma, erano tanti i quesiti che ci ronzavano in testa e forse proprio per questo nulla è stato lasciato al caso.

A cominciare dalla pubblicità che è stata fatta all’evento. Decine e decine di manifesti stampati e distribuiti a quasi tutte le società del Friuli-Venezia Giulia e ad alcune società del Veneto, mail di spiegazione sul funzionamento della gara a tutte le società del Triveneto e abbiamo perfino tradotto il manifesto in sloveno e croato per farci conoscere e attirare qualche formazione anche oltre confine!! Insomma, le abbiamo provate tutte per fare il boom di iscritti. Purtroppo il periodo di ferie, la concomitanza con una gara in Croazia e il fatto che era la prima volta che il nostro Memorial assumeva il carattere di “gara nazionale” (quindi non ancora conosciuto dai “giocatori dell’ovest”) ci hanno impedito di superare il muro delle 100 coppie iscritte, ma non possiamo assolutamente lamentarci.

Parliamo, dunque, dello svolgimento della gara. Dicevamo 96 coppie iscritte, suddivise esattamente a metà tra il girone di A/B e quello di C/D: il numero di 48 formazioni per girone ci ha praticamente obbligati a formare 32 poule da tre (da cui passavano il turno due coppie per poule), in modo tale da non avere coppie con il “girone lungo” e altre con il “girone corto”. Eravamo consapevoli che ci sarebbero state delle critiche visto che la poule da tre non è sportivamente parlando la migliore possibile, ma ci è parsa comunque la soluzione migliore. Si è giocato, oltre che a Fagagna, nei bocciodromi di Adegliacco, Cussignacco, Spilimbergo e Vidulis. A tutti questi va un grosso ringraziamento perché non hanno soltanto aperto il bocciodromo, ma hanno anche dato la possibilità ai giocatori di pranzare “in  loco”. Grazie anche a questo motivo tutto è filato per il verso giusto e il programma del sabato è stato rispettato quasi alla perfezione. Per quanto riguarda il gioco, forse anche a causa del gran caldo, a Fagagna non si sono viste delle partite “memorabili”: si è giocato bene, certo, ma poche sfide si sono giocate fino all’ultima boccia o hanno intrattenuto il pubblico a suon di colpi di classe. Verrebbe da dire “OK la quantità, la qualità un po’ meno”. Partita della gara sicuramente quella dei quarti di finale tra Balos-Trentin e Repetto-Porello terminata 11-10 con Alessandro che ha sbagliato di un millimetro il pallino per vincere, al termine di una grandissima serie di bocce colpite. Il duo della Quadrifoglio poi ha conquistato la gara superando in finale la coppia del S. Antonio Barbon-De Vecchi (Biagio ancora di serie C???); terzi e quarti la Quadrifoglio con Longo-Ziraldo M. e la Turriachese di Tellini-Furios. Una nota di merito per questi ultimi due, i quali hanno dimostrato che con una formula simile ed esprimendo un buon livello di gioco è possibile raggiungere posizioni di prestigio in una gara nazionale anche per giocatori di categoria C. Bravissimi!

Per il prossimo anno stiamo già pensando ad alcune piccole modifiche per rendere la gara ancora più accattivante e divertente. Non ve le anticipiamo ancora, ci sarà tempo…purtroppo! Eh sì, “purtroppo” perché è stato così bello organizzarla che non vediamo l’ora sia il prossimo anno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *