3^ giornata stagione 2005/06: Snua – Quadrifoglio 12 – 8

Obiettivo continuità: di risultati o, almeno, di gioco. Questo è il messaggio che accompagna la Quadrifoglio nella trasferta di Tiezzo di sabato 29 ottobre 2005, dopo la vittoria (la prima) di una settimana fa in casa con il Chiesanuova. Per la Snua è l’esordio in casa, visto che il calendario le ha riservato due trasferte, oltretutto tostissime, nelle prime due giornate: un pareggio a Rivignano e un’onorevole sconfitta a Cordignano con la Pontese. La Snua è squadra che si esalta sui propri campi, dato che può sfruttare a pieno la forza dei propri tradizionalisti: inutile dire che sarà durissima.

Nel primo turno salutiamo il ritorno a disposizione del nostro Bruno Cainero, fermato nelle prime due giornate da qualche problemino fisico. Bruno viene schierato in coppia con il Tapa, ma il 19 su 23 a punto serve a poco o nulla: Favetta e Manfè li stritolano a suon di buone giocate. Anche la terna e il PTA vanno alla Snua. Il combinato di Pierino però grida vendetta: il Puma conduce, seppur con Marchesin sempre alle calcagna, dalla terza alla settima giocata, me è proprio nell’ottava e ultima che Pierino rovina quanto di buono fatto in precedenza. 3 errori al tiro dopo la prima boccia colpita e quella volpe di Treno ne approfitta: sorpasso e vittoria per 23-22.

Nulla però è compromesso vista la nostra netta superiorità nelle prove veloci. Siamo potenzialmente 6-4 e potrebbe essere decisivo il tiro tecnico di Simone. Il professore, come ama chiamarlo il nostro vice CT Virginio, se lo aggiudica per 16-15. Vediamo all’orizzonte la possibilità di un preziosissimo pareggio.

Basterebbero due vittorie nel secondo turno di tradizionali. Sì esatto, “basterebbero”. Il condizionale rimane e diventa passato: sarebbero bastate. In un amen perdiamo tre partite e gli unici a salvarsi sono Simone e Bruno che fissano il punteggio finale sul 12-8. Proprio il rientrante Bruno è il migliore di giornata con due splendide coppie: sarà stato anche aiutato dai bei campi di Tiezzo, ma le 48 bocce utili sulle 56 giocate (86%) resta ad oggi una delle prestazioni giornaliere migliori per i giocatori della nostra società. Fantastico!

Ancora una volta dimostriamo di essere carenti nelle prove tradizionali: per la seconda volta in due trasferte torniamo a casa con il preoccupante bilancio di una partita vinta e sei perse. Non ci siamo proprio! E la classifica lo conferma: condividiamo l’ultimo posto insieme a Caposile e Chiesanuova. Per fortuna sabato prossimo avremo un incontro morbido…a Fagagna arriva la capolista incontrastata Pontese! Si salvi chi può!!!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *