5^ giornata stagione 2005/06: un’altra sconfitta, il derby è del Rivignano!

Arriviamo al primo derby stagionale con il Rivignano con due sconfitte consecutive e il morale non esattamente alle stelle. Bisogna dire la verità, i due incontri persi non erano forse alla nostra portata, in trasferta con una buonissima formazione quale è la Snua e in casa contro la fortissima Pontese. Accanto a questa considerazione bisogna, però, sottolineare che le prestazioni “balistiche” dei nostri bocciatori, in particolare contro la squadra di Cordignano, non sono state straordinarie. Inutile dire che oggi, con in palio non solo i due punti, ma l’onore, ci aspettiamo una reazione dalle nostre bocche da fuoco.

Rispetto agli ultimi incontri il CT decide di cambiare qualcosa nelle formazioni del primo turno: il Tapa viene spostato in terna con Ivo e Simone, mentre Gigi viene dirottato in coppia a fare compagnia a Bruno. Confermatissimo Pierino nel PTA dopo aver sconfitto nell’ultimo combinato il campione sloveno Dejan Tonejc. Il risultato, però, non è quello sperato. Ezio in terna tiene una buona media in bocciata, ma non viene supportato da Simone e Ivo che con il 50% di bocce utili lo condannano alla sconfitta. La coppia formata da Bruno e Gigi fa più paura di un film di Hitchcock: 3, 3, 4 non è il prefisso di un numero di cellulare, ma sono i punti persi nelle prime tre giocate, prima che Gianluigi decidesse che ne aveva viste abbastanza da Gigi. Entra Marco, ma lo fa giusto per dare la mano agli avversari (uno di questi è il nostro amico Giuly Ban Ban). Nel PTA Pierino non si conferma sulla buona media delle ultime prove (28, 22, 23), incappando in una prestazione sottotono (21-19). Altro inizio in salita per noi e con queste tre sconfitte siamo ad un parziale di 3 vittorie e 12 sconfitte nei cinque primi turni disputati finora in campionato. Un autentico disastro.

Per fortuna le prove centrali sono sempre un toccasana per la nostra squadra e anche questa volta riusciamo a risalire fino al 7-5. Ottimi il 41 a 40 nella staffetta e il 21 nel tiro tecnico. Nel secondo turno dobbiamo almeno vincere due partite e pareggiarne una per portare a casa un pareggio. La terna va subito sotto nel punteggio e dopo una quarantina di minuti siamo già 2-8. Non ci resta che puntare sulle altre tre partite. Ad un certo punto conduciamo, anche se di poco, in tutti e tre i campi, ma è soltanto un’illusione e l’unico a conquistare i due punti è Pierino, che supera Tam 13-9. Una curiosità: la scorsa volta il Puma aveva tirato 6 bocce su 56 nel singolo con Causevic. Oggi con un avversario dal gioco meno offensivo come quello di Paolo, tira ben 25 bocce sulle 58 totali: ne colpisce 19, comprese due molto importanti nella penultima giocata. Due strade diverse per raggiungere lo stesso obiettivo e l’unica cosa che conta: la vittoria. Bravo Pieri!

Altra sconfitta quindi, la terza consecutiva. Termina un girone d’andata molto negativo, “premiato” con l’ultimo posto in classifica assieme al Caposile. Proprio quest’ultima sarà la nostra prossima avversaria, contro cui dovremo vendicare la sconfitta dell’andata e che potrebbe rappresentare un passo fondamentale per il raggiungimento della salvezza. Forza ragazzi!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *